Pavia città regia

Pavia città regia

Lo sviluppo di Pavia nei secoli
FONDAZIONE MONASTERI
Tutti i re e gli imperatori del Medioevo furono promotori di fondazioni religiose monastiche femminili e maschili nella capitale Pavia e furono particolarmente generosi di benefici e privilegi verso queste fondazioni.
Due monasteri maschili extraurbani sono particolarmente degni dell’attributo di monasteri imperiali per aver avuto al loro interno strutture palaziali col ruolo di foresteria destinata all’imperatore che vi soggiornò sistematicamente dopo la demolizione, avvenuta nel 1024, del palatium sede del governo in città ad opera dei pavesi stessi durante una rivolta contro il potere imperiale. Si tratta dei complessi di San Pietro in Ciel d’Oro e di San Salvatore posti rispettivamente a nord e a ovest delle mura urbane.
Video-ricostruzione di Pavia prima del XVI secolo (realizzata nel Laboratorio CVM dell’Università degli Studi di Pavia, per gentile concessione del Direttore, professor Virgilio Cantoni)